Louise Hay

Louise L. Hay è nata a Los Angeles l’8 ottobre del 1926; lei ha raccontato la sua difficile vita sia in una capitolo del libro “Puoi guarire la tua vita”, che in varie interviste e conferenze.
Un’infanzia problematica, una figlia data in adozione, vari lavori e varie città fino ad arrivare al successo. E’ stata una modella affermata, ha sposato un ricco uomo d’affari e poi di nuovo ha perso tutto. E’ stata lasciata per un’altra donna, ha faticato per superare quel momento.

In quel periodo, a New York ha iniziato a frequentare la First Church of Religious Science e si è avvicinata al pensiero positivo, alla possibilità di trasformare le nostre vite se cogliamo la relazione tra i nostri pensieri e gli accadimenti. Ha incominciato a guidare gruppi di persone nella pratica delle affermazioni positive, che rimarranno una costante dei suoi insegnamenti.
Negli anni ’70 le viene diagnosticato un tumore all’utero, ha rifiuta le cure convenzionali e ha approfondito il tema delle affermazioni positive, del perdono e dell’abbandono del risentimento, che ha integrato con un’alimentazione e cure naturali ed è guarita.

Dopo il suo primo libro “Guarisci il tuo corpo”, una decina d’anni più tardi, nel 1984, viene pubblicato “Puoi guarire la tua vita”, best seller tradotto in moltissime lingue e che ha contribuito a diffondere il pensiero positivo nel mondo.
Louise Hay si è dedicata al sostegno psico-fisico di migliaia, si può dire milioni di persone attraverso conferenze, libri, video, la sua fondazione. E’ morta quest’anno, a Los Angeles il 30 agosto.

Louise Hay ha ideato un corso, che consiste di ventun lezioni sulle affermazioni quotidiane con la tecnica dello specchio.

Le affermazioni vengono pronunciate ad alta voce, davanti allo specchio. “Fondamentale è amare se stessi, sia che l’immagine di noi ci piaccia, sia che la troviamo terribile. In questo caso dobbiamo dirci -Ti voglio bene lo stesso, passerà”.

Se i nostri pensieri cambiano, la nostra vita cambia, dobbiamo imparare a dissolvere le abitudini negative, pensieri negativi su di noi, sugli altri, sul mondo.
Ci sono alcune frasi che lei ripeteva spessissimo: “Ama te stesso”, “Tutto opera per il bene supremo, l’universo troverà una risposta ed una soluzione al mio problema”, “La vita mi ama, la mia giornata sarà un’espressione di amore e di vita”. (Sul sito louisehay.it potete trovare il corso gratuito delle ventun lezioni con le affermazioni)

Beatrice Patrizia Baldassarre

Top